Mese: Novembre 2019

L’autoneve e lo spalaneve

Buon Sabato a tutti (è Sabato? 😁 Ohh wow buonaserata allora!). Perdo la cognizione dei giorni ma da due la neve scende ad intermittenza-continua. Solo ieri 30cm di neve. Voi direte bhe che vuoi che sia…. Ma stiamo in Svezia e, da dicembre, ogni mm che cade rimane e fa accumulo. Quindi ogni cm al giorno prolunga la vita alla stagione invernale.  L’autoneve la definisco. Perchè in automatico fa salire il livello e non lo farà piu scendere per un bel pò. Ieri sera (ore 14, qui la notte convenzionale inizia alle 18) mi sono divertito a spasso con Ugo in una atmosfera fiabesca natalizia con zero freddo ma vento e neve. Ugo ❤️❤️ sta bene anzi da quando ha iniziato la cura sembra ancora più pimpante 🤔forse il segreto è sempre e solo uno… Il pelo di… cagnetta…. 💓Duved ed Åre sono ricoperte da molta neve e la gente è impazzita dallo scii. Ed io rimango a guardare e a dormire 😞😔rincoglionito… Va bene prossimi 4gg free si va a skialpeggiare !!!! La neve ora è polvere farina a – 5°. Forza!!! Via i cattivi e molti pensieri!!! Meglio stare in vetta e in mezzo al vortice di vento e neve che a casa tra vortici di pensieri, preoccupazioni e problemi imminenti da risolvere… (… )

Oggi finalmente è passato, pure nel povero trascurato moribondo camp Duved, il trattore spazzaneve!!  Se lo sapevo prima (cioe se veniva prima😂) non spalavo cosi tanto casetta ed auto 😜😁. Gia, la mia auto alla spina essenziale per non tribulare nel ghiaccio spaziale….Fika!

Ps. E anche oggi, Domenica, spalato tanta neveeeeee😍. E domani sciareeeeee 🎿?

 

Immagini incantevoli nel video 278😜😁❤️

La privacy in Svezia 🇸🇪

La prima volta che misi i piedi in Svezia fu nel lontano 2014, ovviamente a Stoccolma e, subito, una delle prime info ricevute dalla guida fu quella che in Svezia, non esistono segreti, tutti sanno tutto di tutti. Il che, li per li, rimasi sorpreso e colpito positivamente da ciò. Bene! È un Paese liberale, giusto e trasparente. Soprattutto a livello politico e governativo. Perfetto!!

Sò benissimo che la Privacy e la protezione dei dati sensibili possono essere necessari o meno a seconda del “per chi” , del “perchè” e “da cosa” . Io, come la maggiorparte delle persone, non ho preoccupazioni per proteggere dati e privacy perchè sò benissimo che prima o poi qualcuno userà i miei dati, sia a livello legale (call center e società di marketing, banche, istat, forze dell’ordine … ) sia purtroppo a livello illegale (hacker…)

La nostra privacy esteriore, il chiuderci in casa, tirare le tende, non parlare delle nostre storie, mettere telecamere ovunque è  presente in ognidove d’Europa ma con delle particolari sfumature. Qui in Svezia ad esempio la privacy esteriore consiste nel sorridere ma non parlare, parlare di tutto ma non di sè e dei propri problemi e telecamere pochissime. Gli svedesi offrono di contro la  libertà nel far vedere tutto il loro “dentro casa”, di non bussare quando si entra in casa altrui e di lasciare le porte aperte!!!! ahahahh.

Vi è poi la privacy con la lettera maiuscola ossia la Privacy della vita, delle proprie esperienze, dei dati che riguardano soltanto sè. Anche in questo caso io non ho problemi di sorta a condividere alcuni dati per il sistema marketing  bussines mondiale perchè non è mai stato un problema per me la Privacy. Nulla da nascondere.

Ho provato casualmente ed ingenuamente (perchè ancora non conosco bene lo svedese ed il “sistema DATI e TASSE” ) a scrivere su Google il mio cognome seguito dal nome del comune svedese dove risiedo (provate anche voi, per chi risiede stabilmente in Svezia) ed ho scoperto una cosa abbastanza sconvolgente 😲

Il sito ratsit.se (credo sia governativo per capirci o collegato con le Agenzie Entrate o Statistico-bancario) dispone on line di tutte ma proprio tutte le info della tua persona e vita! Sono on line e chiunque può vedere questi dati ma c’è di più perchè i tuoi dati sensibili, ossia , il dove abiti, dove lavori, quanto percepisci al mese, cosa compri, sono pure in VENDITA!!!

Con la scusa (di queste società o istituto) di migliorare la vita e farti ragionare meglio per raggiungere gli obiettivi (!?) i dati personali possono essere comprati dalle agenzie o persone ed essere elaborati, prima di tutto, per i loro scopi! una sorta di mercato dei dati personali senza ritegno! dati sensibili! C’è addirittura il listino. Mah, sono rimasto un pò cosi… Ripeto nulla da nascondere ma vendere i dati personali in questa maniera mi sembra da carneficina di bit e da assatanati psicopatici di soldi!! preferisco che le agenzie direttamente mi chiedano quanto vale quel dato li? te lo posso comprare? e casomai dico ok! E casomai IO mi piglio i soldi !!!!! basito..

Non posso crederci, ma se penso che ce chi si fa impiantare sotto pelle il chip che gli fa tutto…. Anche ragionare con la testa degli altri…. “masochismo stupidale” tutto per i soldi… nulla è strano nella cara Svezia moderna e liberale!!

Fine Novembre e il mio Ugo

Un saluto a tutti e a tutto quello che la vita ci propone, ci impone, ci regala, ci prova. Dopo giorni difficili la quotidianita impone di rialzarci,  vivere ed essere di buon umore con le piccole cose che vediamo, facciamo e proviamo! Dopo giorni di lavoro, ora, giorni di riposo, tra lunghe camminate con Ugo❤️💓, temperature sopra la media e, a volte, sopra zero, pioggia e nubi che hanno ridotto di molto la neve e fatto nascere ghiaccio e crosta pericolosa ovunque. Strade impervie, e voglia di sciare da riacquistare! Domani (che nevica!) o dopodomani!

News da lavoro, sottovoce la Company sta sostituendo i vertici di Åre confermando tutto il (poco) personale. AZ aspetta fiducioso nuove positive news… Le cose in azienda miglioreranno sicuramente e quindi rinnovo la possibilità di lavorare con noi!!! Anzi cercano disperatamente personale!!!! Scrivetemi in privato duke450@tim.it

AVVENTURE BOREALI # 277 Album Novembre 2019 part2 – Il mio Ugo…

Veterinario

Ciao a tutti, tra poco (sono le ore 9.32) porto Ugo alla visita-ecografia dal veterinario-clinica AniCura di Stjørdal. Fuori, imperversa una bufera di neve da ieri sera, gli impianti sono aperti da 4 giorni e 4 notti, ci sono grida di bambini e “visite strane” in campeggio, …. tutte cose che non hanno importanza nella mia mente perchè devo pensare a spalare neve e  a sistemare la macchina per il mio Ugo ….

Ore 21.28, giornata lunga e difficile, Ugo è arrivato a casa ancora un pò sedato. .. Domani metabolizzo e racconto meglio quello che mi hanno detto … Tra un’ora devo ricominciare la settimana lavorativa…

video 276

20.11.19, Ciao a tutti, eccomi a scrivere con la testa che mi fa male e il morale non dei migliori, anzi. Ugo è qui vicino a me dopo una giornata, quella di ieri, alquanto difficile. Io e Mari siamo andati a Stjørdal per l’ecografia e la visita cardiologica ad Ugo. Dopo la consultazione e una prima visita, Ugo è salito nel lettino con le sonde ma non riusciva a calmarsi cosi è stato sedato. Il dottore, molto gentile e comprensivo, ci ha spiegato i vari momenti e diagnosi. Il big problem secondo lui non esiste e Ugo (secondo lui) ha una determinata speranza di vita che non voglio dire… . Le mie orecchie e il mio cuore hanno sentito questo “range” come pietrificati e piano piano dal mio viso hanno cominciato a scendere le lacrime …. inevitabili…

Ogni persona si aspetta che il proprio migliore amico a 4 zampe abbia il massimo di  vita, e di salute. Qualcuno potrebbe dire è solo un cane, un altro potrebbe dirmi …. ma magari “parti” prima te… NON ME NE FREGA NULLA. Questa frase udita dal veterinario mi ha scorticato il cuore, la testa, tutto. In un vortice di tossine negative sono andato in farmacia norvegese (ricetta esclusivamente norvegese) per acquistare le medicine (Vetmedin, Pimobendam 10mg al gg) che Ugo dovrà prendere a vita. Ugo in auto ancora sedato e barcollante. Il mio povero Ugo. Se non ascoltavo il tuo cuore non venivi qua e non avresti avuto questi trambusti… ma magari il “problem” sarebbe emerso come “big problem” come intendono i veterinari … cioè poche settimane o mesi di vita! e il mio Ugo non ha prezzo, i veterinari norvegesi si fanno ben pagare … ma per ora devo fare tutto per Ugo!!! Poi magari mi rivolgerò all’Italia per un consulto ulteriore …

Ritornati a casa, dopo aver guidato due ore tra bufera di neve, strade pericolosissime e testa distrutta mi sono lasciato andare in un pianto a dirotto liberatorio … Appena uscito dal bagno Ugo mi ha guardato tremante con i suoi occhietti semichiusi e provati e mi ha ringhiato per dirmi che non dovevo fare ciò!! Non devo piangere ma vivere ogni giorno con lui! al massimo!!! Ma è dura! il veterinario mi ha detto di portarlo ancora  a sciare con me, come prima, non devo farlo sentire “moribondo” che non lo è!!

Ora ho bisogno anch’io di una ecografia… ma mi rincuora che Ugo, a parte l’effetto della sedazione, stia abbastanza bene, e anche oggi è uscito, ha corso, mangiato come un cane in salute. E’ dura ma andiamo avanti!!! Forza … ancora più bene ti voglio Ugo mio!

In viaggio con AZ

AZ è partito 5 anni fà dal medioriente-oriente, la culla e la nascita della civiltà umana, l’origine delle cose, dell’amore e dell’odio. 15mila euro e via, per sfuggire a minacce, intimidazioni, morte da bombe di attentati quotidiani! Aveva un lavoro delicato, proteggere le persone e le autorità del suo Stato. Un impiego rischioso quando sei minacciato di morte perchè fanno saltare in aria la tua macchina blindata. Cosi AZ prende un barcone, 4 giorni senza cibo, senza mangiare direzione vita migliore e sicura, balcani, occidente, Europa. I documenti del suo paese con se. Arrivato alle porte dell’Europa gli chiedono dove desidera andare, alcuni suoi amici gli consigliano la Germania ma lui sceglie di andare ancora piu a nord, la Svezia. Cosi prende il treno per Göteborg e Stoccolma. Arriva ad Åre come rifugiato. Si registra e fa la necessaria prassi per l’ufficio immigrazione, i suoi documenti disponibili per le verifiche. Riceve cosi un piccolo sussidio dallo stato e una piccola stanza dove poter dormire. Lavora fin da subito, prima in nero (come fan tutti), dipinge case, lava i piatti, altro. Poi, viene ingaggiato dall’hotel piu grande di Åre e dalla compagnia che si occupa della pulizia e sistemazione di questo hotel. Per tre mesi, gratis, cammina di notte quasi un’ora dalla sua abitazione fino all’hotel per lavorare ed imparare il suo nuovo lavoro. Gli costa tanto ma è contento perche gli si apre una possibilità di vita normale, un riscatto, una luce. Nel buio infernale delle bombe, degli amici rimasti a casa sua che a poco a poco scompaiono perche uccisi. Bambini che saltano in aria… Maledetti ta …. i !!

Ma AZ ora pensa solo a lavorare e ad aiutare la famiglia rimasta in Oriente. Il suo lavoro è salvezza perchè può cosi pensare di rimanere in Svezia e di essere accettato e riconosciuto. Per lunghi 4 anni va avanti cosi, tra promesse, carte, burocrazia, permessi di lavoro rinnovati ciclicamente, contratto che diventa permanente e migliore e, richieste innumerevoli per ottenere il Personnummer svedese. Va avanti cosi tra un’altalena di speranze, gioie disattese, delusioni ed arrabbiature e dice ogni volta a se stesso “ok sarà per la prossima … riapriranno di nuovo il mio caso”. Di nuovo carte, permessi e documenti che sono tutti corretti. Mille visite dagli innumerevoli personali avvocati (ma lo sono? o sono del nulla…). Ma il PN non arriva ed il giudizio è sempre negativo… “per ora AZ puoi rimanere in Svezia soltanto se lavori ed hai il visto lavoro”. Quattro anni di tasse pagate alla Svezia, circa 20 mila euro di soldi pagati al Governo statale e locale, in cambio di nulla o poco piu, tra promesse, acidità di stomaco ed ossa logorate e rotte da un lavoro stressante ed usurante! si! quello di un hotel è logorante. 10, a volte 12 ore al giorno sottopagato! Difatti le compagnie approfittano di questi “schiavi moderni” a basso costo, dove il salario per metà viene pagato dalle aziende stesse e per metà dallo Stato che sovvenzionano le aziende. Risultato? Rifugiati ed immigrati sono un gran bell’affare di bussines per tutti!!! E, a sua volta, lo Stato, è sovvenzionato dall’Europa per essere la “migliore” nazione per  l’accoglienza … Già, moltiplichiamo le tasse pagate di ogni immigrato, meno i costi irrisori spalmabili e, il PIL aumenta producendo ricchezza a tutti gli svedesi e a chi possiede il PN.

Ma AZ non demorde. Lavora sodo e bene, gli danno addirittura la responsabilità di portare avanti e di gestire il lavoro e il personale in un hotel collegato. Diventa teamleader! E’ contento, lavora ottimamente e non manca mai! Ma, ad ogni giudizio negativo della commissione per il suo caso, va giù di morale.

Siamo a questi ultimi mesi. Alla sua ultima richiesta per avere il permesso di lavoro per continuare a rimanere in Svezia. Ad AZ non viene fatta la corretta procedura dell’invio documenti e certificati necessari per l’ufficio immigrazione e per il tribunale. Responsabilità del disguido sembra non sia di nessuno!(?) Con AZ andiamo più volte a Sundsvall per risolvere la questione. Niente.

Siamo a ieri. Da ieri AZ ha solo 6 giorni di tempo per presentare un documento firmato dal Big Boss della Company e questo documento dovrà stare nell’ufficio del tribunale di Stoccolma! Altrimenti, dal settimo giorno, AZ sarà un criminale perchè sarà in Svezia illegalmente senza nessun permesso!!! Neppure quello per lavoro! Ieri, dall’ufficio immigrazione di Sundsvall, AZ ha ricevuto l’ennesimo muro di ghiaccio, di disumanità e menefreghismo.

La responsabilità del proprio lavoro, l’umanità, l’essere chiari, trasparenti e dare le corrette informazioni, l’aiuto al prossimo, evidentemente non sono di questa società, di questo Stato! 4 anni di duro lavoro, di tasse elevate, di schiavismo, di tutto. In cambio ZERO. Anzi un calcio in culo. CHE SCHIFO. Mi fa rabbia e male perchè tra una settimana AZ se non completerà l’iter coi tempi (assurdi) previsti dovrà ripresentarsi in ufficio immigrazione davanti ad un documento: o firmi che sei convinto di ritornare al tuo paese in aereo, spesato, o sarai perseguibile ed arrestato dalla polizia come un criminale! Cosa dovrà fare se non firmerà il documento?? Dovrà firmare la sua condanna a morte?

Ieri il viaggio in auto con AZ è stato davvero piacevole. Un amico lo si aiuta perchè alla fine si sta bene reciprocamente. infinitamente bene. AZ dice che almeno nella sua patria ti uccidono una volta sola ed è finita, ma, qui in Svezia ti “uccidono” molte volte e piano piano. E, dice, meglio morire una volta sola che molte!

Uno Stato che crea bussines con il mercato dei rifugiati-immigrati e poi li caccia con una selezione stupida, con criteri nazistoidi, con filtri irresponsabili non è umano ne democratico. Uno stato che addirittura si vanta di essere il primo ad accogliere per poi “sputare ed eliminare” le persone così, non è uno Stato di diritto. Compagnia lavorativa e Stato che sovvenziona la prima sono un mix diabolico. AZ merita attenzione come tanti altri casi. Dove la gente con “newshallanse” viene rispedita sotto le bombe di guerre ed attentati o fatti girovagare per l’Europa in condizioni di fuggitivi!!! Dopo essere stati ben spremuti per bene! Ci sono casi, e non pochi, di persone che si tolgono la vita …

Nessuno si vuole prendere le responsabilità, tutti dicono non è il mio lavoro, io ho fatto fin dove potevo arrivare, non mi riguarda, prova e riprova. Io dico semplicemente maledetti soldi !!! saranno sempre sporchi !!!

AZ lavora, anche oggi! con quale stato d’animo non lo so … Spero il bene per lui! per il suo proseguo qui in Svezia…

Svezia scusa ma io non sono svedese e butto tutto fuori, almeno scrivendo!!! Ma capirai!! Ti voglio bene! il bene è anche questo!!!!

 

Ps. siamo al 3 Dicembre ed AZ non ha molte speranze tra rinvii, carte “negative” e poca chiarezza … non scrivo molto adesso ma ho molto da dire; a suo tempo parlerò… su tutto quello che sò, e magari cambierà qualcosa (pure l’assetto del sito? ) e mi cambierà … per ora mi dispiace un casino e sono molto deluso e sconfortato. E’ come perdere un amico.

LEGGI IL PROSSIMO ARTICOLO

Neve abbondante e nuova reflex

Dalla fine di Ottobre ha nevicato parecchio con temperature sempre sottozero e, a volte, di molto (punte di meno 16). L’inverno bussa alle porte in maniera prepotente come la preparazione delle piste e degli eventi.  Quest’anno non c’è stata l’altalena di temperature cosi il ghiaccio non si è formato piu di tanto sulle strade mentre il fiume lago non si è completamente solidificato. Il lago di Åre invece si, presagio della apertura imminente della stagione sciistica!

Sono riuscito tra pensieri, parole, e problemini vari a fare una sola uscita con le pelli. La neve è sublime canadese ma gia oggi c’e mutamento perche quasi pioviggina e la temperatura è salita a meno uno. Video 275

Proprio oggi ho fissato l’appuntamento per gli ultrasuoni al cuore di Ugo ❤️. Ad Östersund non era possibile e quindi dovrò andare in Norvegia a Stjørdal in una clinica super attrezzata (Anicura Dyresykehus Stjørdal). Contento e speriamo bene.

Venerdì scorso parlando di cose leggere mi è arrivata la nuova Canon Eos M50, una Mirrorless che funge da Reflex a tutti gli effetti con prestazioni davvero buone in foto e video anche in 4K (se con adattatore Viltrox M2… diventa super). Era quello che volevo. Piccola, leggera, prestante e non troppo costosa… Avrò modo di provarla bene. La macchina fotografica è un oggetto ludico personale (se non si è fotografi di professione) davvero importante. Registri la tua vita e per farlo deve essere top. Soprattutto se poi trasferisci il tutto nel tuo sito web!!! Questa fotocamera è recensita da anni in internet da cani e porci, conosciutissima ed apprezzata da tutti!! ovvio coi pregi e difetti. Diciamo che non ho bene valutato la “prova macchina”. Nel senso che è difficile testare la macchinetta a mani libere stando fuori a meno dieci ed oltre…. ahahahahha brrr.. Dicono che sia perfetta per un Vlogger, ma io lo sono? bah….

La macchinetta fotografica o come si dice in gergo mi rievoca mille pensieri e ricordi. Dal mio primo scatto con la Kodak compatta manuale di mio padre con avanzamento manuale del rullino analogico! Poi la mia prima compatta analogica della Ricoh appena quattordicenne, (la scoperta delle foto e delle diapositive… una soddisfazione quando le si ritiravano dal fotografo… attesa e gioie e a volte arrabbiature per quella foto che si aveva in testa e che si scopriva essere venuta male! ) Tanti scatti e posti visti, l’acquisto della Olympus OM 101, Reflex analogica degli anni 90!!! ah si avevo la reflex!!!! chissa dove lo messa!!! caspita!! la devo rivalutare! pezzo storico ma forse l’obiettivo … ah avevo un 35-70 ma di certo non va bene al sistema Eos M. ahahaha. Ricordo quanto pesava. Poi l’avvento delle prime digitali e nel 1999 l’acquisto on line (!!!) della mia prima digitale compatta a 1’200’000 lire della Canon Powershot S20 se non ricordo male il nome! 2.11 megapixell che all’epoca era ottimo! il max ricordo era il 3.2. Cose da preistoria…… Ma siamo noi e le sensazioni e gioie erano uniche!! Da quella macchinetta poi sono passato nel lontano 2009 alla premiata Lumix TZ3 10x  di zoom, davvero unica per quel tempo!! Ora avanti Canon EOS M50!! lo smartphone è altra cosa ….

 

il video 275 (creato con lo smartphone e gopro) :

Ecografia

Sto aspettando che il veterinario mi chiami. Sono preoccupato e speranzoso. Ti proteggero con tutte le mie forze ed anima. Ugo! ❤️ Il tuo cuore non pompa bene, fa un fruscio forte ma tu corri,  mangi, giochi come al solito. Però a me, ora, non basta… Vorrei che il “big problem” udito dalla bocca del veterinario diventi “small problem”. Aspetto che lo studio di Östersund mi metta in coda per gli ultrasuoni e la visita. Attendo una terapia. Ma Ugo è il solito, amorevole, nel mio cuore… che batte per lui  e  il suo per me… Ora lo stringo e gli voglio ancora piu bene!!!

Spero bene dai, Ugo aveva gia un accenno di soffio diagnosticato qualche mese fa in Italia. Ora il problema sembra si sia amplificato e quindi l’ho riportato per un controllo in ambulatorio a Duved. Veterinaria gentile… Aspetto una sua chiamata di conferma appuntamento per l’ecografia. Una visita (nemmeno completa visto che non ha misurato la temperatura, non va visitato granche Ugo se non il cuore ovviamente) 700Kr (circa 65 euro….un po tantini visto che in Italia me la cavavo a metà prezzo….ma Ugo non ha prezzo!!!)

Volevo, sono un pò in tema, informarvi su come funziona l’assistenza sanitaria svedese, quel poco che ho visto  direttamente!

Diciamo che per avere l’assistenza sanitaria devi iscriverti ad A-Kassa che gestisce pure la tua pensione e il tuo eventuale stato di disoccupazione. Le volte che sono andato in ospedale ho presentato  ovviamente la tessera sanitaria europea ed il PN (temporaneo o permanente) e pagato comunque il costo della prestazione 300Kr (400Kr se fuori orario di lavoro e nei festivi). Se dovevo ritornare per lo stesso motivo non pagavo nulla. Per altre visite specialistiche ho visto che il tariffario può cambiare. Quindi morale della favola non esiste il medico di famiglia ma lo specialista che può abbracciare molti settori percio, sono presenti ovunque piccoli o grandi ambulatori ospedalieri.

Se non si è europei (e non ci si registra al sistema) il costo indicato per prestazione specialistica può salire di dieci volte.

Medici e specialisti sembrano ben preparati, gentili ed efficienti. Le attese sono comunque lunghe come nella norma… Le cure sono ridotte allo stretto necessario ovvero antibiotici e farmaci sono ordinati solo con estrema necessita! Gli svedesi vogliono che il corpo reagisca da solo alla malattia e non prescrivono farmaci a casaccio e troppo strong. Se li prescrivono però sono very strong. Ricordo una mia tosse bronchite con febbre che non passava e mi hanno prescritto la MORFINA per la tosse…. da Sballo….si ricordo che sballavo ma ho smesso subito per fortuna assieme alla tosse!!!!

Devo ricordare che l’eccellenza, qui in Svezia è il reparto Psichiatrico, non è una battuta ma veramente sono molto bravi nelle cure e trattamenti delle patologie mentali! Tra i primi al mondo, per sfatare o confermare non lo so, la leggenda metropolitana che qui i problemi mentali sono molto diffusi… e portano al suicidio. Niente di piu falso! Sulla Svezia potrei scrivere decine di fake che noi diamo per verità assodate! Smarchiamoci!

PS. video 275

Inizia il freddo!

Ciao a tutti, è iniziato ufficialmente il freddo della stagione invernale con temperature sui – 12°! Da ieri sera sono accesi gli “sputaacqua”  (cannoni per l’innevamento delle piste). Neve in giro ce n’è davvero tanta per la stagione. Oggi pomeriggio sono andato a Storulvån o meglio, l’intenzione era quella, dato che ho trovato la sbarra della strada abbassata …. impraticabile! Alcuni skialper sono partiti da li per lo Stornasen.. bravi! Mi rifarò piu avanti, la stagione è lunga! Sceso dalla macchina per pochi minuti per fare foto e video anche perchè il mio corpo non è abituato a simili temperature …. uno shock! poi giretto ad Handöl con vista ravvicinata di un grosso branco di renne che ci ha attraversato la strada!!!! Superfluo dire che freddo, neve, ghiaccio, cielo sereno, colori, tramonto, renne … sono lacrimevoli!!! Unici !!!

PS. video 275

Ps. Stanotte si ritorna al lavoro!…….. Scrivo dalla fika lavoro, temperatura – 16😱!

© 2020 Boreala Äventyr

Theme by Anders NorenUp ↑

Translate »