Il cane in Svezia e Norvegia

Oggi volevo parlare di come PORTARE IL NOSTRO CANE IN SCANDINAVIA, in particolare in Svezia e Norvegia (simili) ovvero quali documenti ed attenzioni si devono attuare per il nostro migliore amico. Vi racconto la mia esperienza prima della partenza dall’Italia fino ad oggi e il mio SENTIMENT riguardo a cio che vedo e leggo del rapporto cane-persone qui in Svezia.

Quando si decide di portare con se il proprio amico a 4 zampe per un viaggio turistico oppure per trasferimento si devono prendere in considerazioni alcuni punti:

  1. Chiedere a Fido se è d’accordo (scherzo… chiedersi se è in buona salute si però)
  2. Documenti necessari in regola altrimenti potremmo essere respinti e rovinarci la vacanza/trasferimento
  3. Logistica di viaggio, con quale mezzo facciamo viaggiare il nostro cane
  4. Dove e come trascorrerà il tempo il nostro cagnolino durante il viaggio e la permanenza

1.  Il nostro cane è in grado di sopportare un viaggio cosi lungo? E’ abituato? E’ in buona salute? certo bisogna andare dal proprio veterinario per una visita e raccontare un po’ la nostra intenzione

2. Dal veterinario meglio andare per tempo, due-tre mesi prima, anche se nel nostro caso per Svezia e Norvegia non serve la titolazione del sangue (esame del sangue) come una volta e quindi dover aspettare l’esito in due volte. Necessario ovviamente fare il PASSAPORTO EUROPEO per il cane (io l’ho fatto all’anagrafe canina di Milano perche Ugo è stato registrato in quella sede appena arrivato dalla Puglia dove è stato “microcippato”). Oltre quindi ad avere il libretto sanitario personale del cane (con tutte le vaccinazioni in regola!) dovremmo avere assolutamente il PASSAPORTO con tutti i dati identificativi del cane e gli spazi per le registrazioni dei vaccini, cure ed altro necessari per andare all’estero con il nostro amico a 4 zampe. Il veterinario ci indicherà la vaccinazione ANTIRABBICA, se non già fatta, che vale un anno. Inoltre, una settimana prima della partenza, dobbiamo somministrare al nostro cagnolino il DRONTAL ( https://www.drontal.it/ ) pastiglie contro i vermi intestinali. La pastiglia è da ripetere una settimana dopo la partenza. Il medico veterinario il giorno prima o precedentemente deve apporre il timbro di buona salute del cane nel passaporto e che tutto sia in regola per non avere spiacevoli inconvenienti in caso di controlli alle dogane. http://www.anagrafecaninarer.it/acrer/passaporto.aspx#

3. Con quale mezzo di trasporto viaggerà Fido? auto? treno? aereo? camper? io viaggio in auto e camper per cui non ho molti problemi con il mio Ugo, è abituato anche se all’inizio poverino fa sempre storie, basta fermarsi e fare molte soste ogni due tre ore di viaggio. Treno mai provato ma dovrebbe essere un buon compromesso, certo che i bisognini dobbiamo programmarli ancora meglio. La scelta dell’aereo? a me vengono i brividi. L’ho sempre scartata perchè i cani in aereoplano non dovrebbero mai salirci! A meno che non viaggino con noi accanto ai sedili. Alcune compagnie pagando te lo possono concedere (SAS) ma dipende da tratte e orari. Quindi, per me, meglio evitare di far imbarcare il proprio cane in stiva perche potresti condannarlo a MORTE !!!

4. Durante il viaggio, attenzioni a tutti, anche al navigatore passeggeri ma soprattutto al cane o animale che abbiamo con noi, perchè magari in viaggio musica alta e stress ci fanno dimenticare che abbiamo con noi un esserino indifeso che magari non si lamenta ma esige comunque una sosta frequente! fargli bere acqua e fargli fare i bisognini è scontato da dire. Come preparargli una comoda sistemazione all’arrivo. Come non variare la tipica alimentazione.

Questo è tutto o quasi spero, ora vi racconto come ho vissuto alcuni momenti preparatori, di viaggio e di residenza estera con il mio Ugo e come vedo il mondo canino qui in Scandinavia. Considerazioni direi molto interessanti.

Il veterinario, mi ricordo, ci ha dato una grande mano a risolvere la questione titolazione SI o titolazione NO.  Questo perchè se era SI dovevamo aspettare 40gg prima dell’esito del sangue e ripetere le analisi, complicando di molto la procedura di regolarizzazione dell’espatrio canino. Sono partito quindi tranquillo coi documenti regolari, anzi ricordo di aver preso delle pastiglie contro lo stress del cane per il camper ma Ugo non le ha usate. Durante il viaggio turistico del 2016, col vecchio camper Mirage fino a Nordkapp, ricordo che appena sbarcati in Danimarca la polizia doganale ci ha fermati e controllato i documenti nostri e quelli di Ugo!! Tutto bene!! E Ugo, dopo due tre giorni, ha considerato il camper come la sua nuova casa!

Quando siamo partiti nel 2017, “regolarizzare” Ugo non è stato difficile. Semmai è stato un problema far accettare il cagnolino alla famiglia di Workaway perche si sa, quando le famiglie hanno bambini, i cani altrui potrebbero far nascere guai e fastidi. Per fortuna tutto è andato bene. Ugo quando il sottoscritto era libero, usciva legato o meno a seconda delle circostanze. In Svezia e soprattutto Norvegia infatti vi sarebbe il DIVIETO DI LASCIARE IL CANE LIBERO quando lo si porta a spasso! raccogliendo la cacca ovviamente.

In Svezia e Norvegia vi è un grande amore verso il mondo dei cani, molte famiglie hanno cani, molte persone trattano i cani come in Italia, a volte morbosamente bene, a volte bene, alcune volte direi male. Ho notato che ci sono diverse tipologie di padroni. Chi lascia il cane libero quando le circostanze lo permettono (come il sottoscritto!), chi lega il cane e se lo tiene stretto attorno alle sue gambe che camminano (poveretti) senza possibilità di correre, chi lo usa come cane da traino e animale da tiro e per difesa e dimostrare la prevaricazione della razza umana rispetto a quella canina. In tutto questo io dico, il cane se gli vuoi bene, cerchi di farlo correre e quindi quando si può, lo si lascia libero se non crea fastidio e danno. Qui in Svezia noto alcuni comportamenti da schizzati, ce chi considera il CANE COME UNA PROPRIETA’ PRIVATA da soggiogare! mi fa tristezza vedere questi tipi di comportamenti adottati soprattutto verso cani impiegati da cacciatori e verso razze come husky nati anche per soddisfare il bussines umano…

Ma volevo parlarvi di una legge che appena l’ho sentita e ho visto con gli occhi i suoi effetti mi sono chiesto se è normale o meno. Dunque, in Svezia, i cani in casa non possono rimanere da soli per piu di tre quattro ore! risultato vedi tutte le auto al lavoro con la gabbia e il cane dentro!! Ti possono, se trasgredisci questa legge, far prelevare il cane e non so poi come finisce… Cioè meglio il cane in canile (a parte che qui in Svezia non ho visto ancora canili in giro !!!!) che a casa tranquillo da solo!! norma davvero strana! E’ per il bene del cane che lo si preleva o per quale motivo ??? il mio cane Ugo sta bene da solo a casa , sta da dio!!!  per fortuna che io lavoro di notte e quindi alle 11 sono a casa a portare fuori il mio Ugo!

Ho conosciuto tante persone svedesi con cani, la maggior parte cani educatissimi piu dei bimbi devo dire, educatissimi che non si sentono mai ululare, abbaiare ed altro… eppure ce ne sono tanti! mah saranno silenziati??  Ugo qui in Svezia ha “avuto” la sua prima cagnetta, è stato fortunato trovare la sua lady libera e disponibile ed aggiungo la padroncina della lady distratta!!! ALLA FACCIA DELLE NORME!!! BRAVO UGO!!!!!

Ps. Non credo e non lo voglio neppure pensare che in Svezia mangiano i cani!!! quindi FAKE NEWS!!!! Ah dimenticavo che a settembre dovrò fare visita al veterinario di Duved per rinnovo antirabbica. Spero tutto bene perche si raccontano di veterinari macellai qui in Svezia.  Incrociamo le dita… Forse FAKE NEWS😁🤔. La vaccinazione annuale antirabbica non è obbligatoria se si rimane in Svezia. E’ richiesta invece se si espatria dalla Svezia verso altri paesi come le medicine per sverminamento secondo modalità del veterinario (da indicare nel passaporto cane).

Pps. Oggi e domani finalmente sono a casa da lavoro, duro lavoro (x 2) settimanale, ho finalmente la macchina funzionante, riparata la frizione. Devo correggere una affermazione da post precedenti che in Svezia non esiste il bollo… Invece esiste !! eccome!!! mi è appena arrivata la tassa auto da Transport-styrelsen di 1867Kr… quasi 190 euro di bollo!!! eh però!!!

1 commento

  1. vasco valerio

    complimenti per ugo. Molto interessante quello che ai scritto. Noi siamo da tv. Marito e moglie con un bassotto nano. con tanto tempo disponibile . Appena passera questa malattia nel frattempo abbiamo comperato un caravan bellissimo e gireremo leuropa per qualche mese. Io essendo un pescatore sportivo conoscendo la Svezia posti meravigliosi. Contatteremo il nostro Veterinario che a una clinica fantastica per animali. Io in Svezia ci sono stato parecchi anni fa con amici per pescare. pra ci andro con mia moglie e Igor….A tutti i lettori cordiali saluti Vasco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 Boreala Äventyr

Tema di Anders NorenSu ↑

Translate »