Ritorno a Duved

Dopo 5 giorni di viaggio con il camper, ritorniamo a Duved, il nostro campo base, il nostro rifugio e nostra residenza per affrontare la quotidianità della vita “scandinava”. Questo vivere lo abbiamo scelto noi ed ora, dobbiamo navigare forti e belli diritti. Rompendo piccoli o grossi iceberg che ci vengono incontro lungo l’oceano. E ci sono tante piccole o grandi cose da fare!!! La vita è imprevedibilmente bella e fottutamente strana. Ma se la si prende nel verso giusto ti regala sempre novità, emozioni positive ed autostima ogni e per ogni giorno!!

A mano a mano che si materializzano descriverò le novità. Le intenzioni ci sono ma sono solo mie. Quando saranno risultato allora le comunicherò!! SOLO IL RISULTATO CONTA!!! Avanti tutta con i risultati allora!!!

In questi “giorni casalinghi” ho venduto le inutilizzate gomme invernali della Toyota, ho cambiato, grazie ad un amico, le gomme chiodate della attuale mia autovettura. Abbiamo ricevuto una buona notizia per il sussidio di A-Kassa (almeno per la Mari….). Il lavoro sicuro (per la stagione invernale) lo abbiamo in tasca anche se a 500km da Åre. Spero che Jämtland comunque si svegli e ci offra qualche possibilità per valutare e poter scegliere il meglio per noi. Vedremo.

Ho preso le pastiglie per Ugo che qui in Scandinavia costano un quarto rispetto all’Italia. Ugo stà benone!

Il camper Duke a brevissimo va a dormire in rimessaggio coperto a 100km dal campo base ma è in buone mani.

La Mari, tra alti e bassi, tra il voler ritornare e rimanere…. il suo solito. Niente di nuovo. Compagna di avventure. Quello che non sono io è lei. E viceversa. Aldilà di tutto…tanto …….

La neve scende e fa freddo in questi giorni! E’ già arrivato l’inverno??

 

Foto e video esclusivamente sul mio canale youtube  AVVENTURE BOREALI (ISCRIVETEVI GRAZIE!)

 

Kiruna, Abisko e la quarantena norvegese

(14 Ottobre 2020) Raggiungiamo con il camper Duke le bellissime Kiruna, Abisko con il suo lungo lago tra le più alte montagne svedesi per arrivare al confine norvegese.  Abbiamo curiosità e un pò di trepidazione per sapere cosa ci diranno i polizziotti in dogana. Piove a dirotto con forti raffiche di vento. Preludio di nuove difficili condizioni. Abbassiamo il finestrino al simpatico norvegese incappucciato e senza mascherina per parlare. Passaporti, chi siamo e dove andiamo. La zona di Kiruna, ci dice, è rossa e quindi la quarantena obbligatoria norvegese è di 10 giorni. Ci chiede quanti giorni vogliamo stare in Norvegia. Io dico 2 o 3 (medio) e poi ce ne torniamo in Svezia nel nostro campo base. Lui mi dice “ok, nessun problema. Ditemi dove vi fermate con il camper per passare questi tre giorni in isolamento”. Gli diciamo che abbiamo cibo a sufficienza. Ok perfetto. Io e Mari ci appartiamo dieci minuti per trovare un campeggio da comunicare come punto di quarantena. Dobbiamo rimanere fermi lì o viaggiare senza mai fermarsi ed incontrare gente, Quando si scende dal camper dobbiamo essere in quel punto. Dopo 5 minuti di ricerca decidiamo che non ne vale la pena, visto anche il meteo dei prossimi giorni, rimanere in questa condizioni da precarcere. La Norvegia è Norvegia da liberi!!! io non devo dimostrare nulla!! E’ semplicissimo entrare in Norvegia, basta indicare un punto di STOP QUARANTENA e sei in Norvegia. Attendere con pazienza dieci giorni e poi puoi circolare liberamente. Dieci giorni possono essere lunghi o brevi, dipende da ognuno. Per noi non valeva la pena, visto che poi il nostro giro doveva proseguire per l’intera Norvegia. Ed altre cose e faccende urgono da sistemare per la vita quotidiana. Diciamo che la Norvegia rimane dov’è! Speriamo che la prossima estate sia tutto differente. Il nostro obiettivo primario, ossia arrivare a Kiruna-Abisko-Confine è stato raggiunto. A Kiruna-Abisko vi ero già stato (in aereo+bus) nel lontano 2014.

Bella zona artica, misto tra media città con palazzi nati per far fronte agli alloggi dei tanti lavoratori delle famose miniere di ferro (esportato in tutto il mondo, soprattutto Cina tramite il celebre treno Kiruna-Narvik). Kiruna in questi ultimi anni si è sviluppata anche a livello turistico ed abitativo. Piste da sci, divertimento e ricerche in vari campi (da quello minerario, edile a quello spaziale), sede della università tecnica di Luleå. Abitata probabilmente da alcuni italiani stabilmente o temporaneamente per lavoro, ricerca e studio. Città quindi multiculturale ed internazionale. Ma la loro cultura rimane quella dei SAMI! Il Lappone, popolo delle renne e del freddo, gli indiani della Scandinavia del nord. Uno spettacolo di mistero e di sensazioni boreali.

Abisko e la zona del suo Parco Nazionale. Il lago è davvero lungo e sembra un fiordo atlantico. Col vento forte, crea delle mega onde che pare appunto oceano!! (che la Mari si spaventa…). Vederlo d’estate oppure a questa stagione fredda è totalmente differente. Immagino in pieno inverno che sensazioni possa dare!!! Sarebbe fico rimanere per l’intero inverno e  salire e sciare in queste montagne!!!

Foto e video esclusivamente sul mio canale youtube  AVVENTURE BOREALI (ISCRIVETEVI GRAZIE!)

Ugo in swedish Lapland

Stamattina siamo partiti con il camper da casa Duved per la Lapponia svedese.  Sotto la pioggia abbiamo caricato lo stretto necessario. Mano a mano che salivamo sempre piu a nord il cielo rompeva la sua chiusura al sole. Ed è venuta fuori una discreta giornata. Fresco senza vento. Ora siamo fermi per la notte a Sorsele. Domani ci attendono altri 450km attraversando il circolo polare artico svedese….

 

13.10.20 – KIRUNA – Stasera siamo fermi in sosta per dormire vicino alla chiesa. Cielo nuvoloso e luci del centro sono contro la possibile aurora.  Temperatura percepita sui meno 2. Acceso la stufa in camper e messo l’oscurante termico esterno per la cabina. Domani ci organizzeremo per l’entrata in Norvegia.  Oggi siamo stati ufficialmente ingaggiati per lavorare in Svezia la prossima stagione invernale!!!! (il luogo ve lo svelero’ piu avanti anche perché probabilmente avremmo altre opportunita’ e spero potremmo cosi scegliere il meglio per noi…). Una buonanotte dalla freddolosa Kiruna 200km oltre il circolo polare artico!!! Baci

A BREVE I FANTASTICI VIDEO E FOTO (non posso usare il pc in camper perché la batteria e l’inverter non reggono. Quando rientrero’ al campo base di Duved li caricherò…Se le cose andranno bene potremmo stare in giro per una settimana e più.. Abbiamo idee un po pazze…

Foto e video esclusivamente sul mio canale youtube  AVVENTURE BOREALI (ISCRIVETEVI GRAZIE!)

Välkommen till ?

Piccola storiella di verità:

Hanno dismesso un campeggio (che bene o male funzionava per i tanti turisti e camperisti) per farci una scuola enorme (non so se arriveranno i bimbi di tutta la Svezia)😅. Era un luogo di riferimento per campeggiatori della zona e non solo. Hanno preferito cosi, scelte politiche e non si discutono(?). Hanno modificato tutta l’area e portato enormi prefabbricati per questa nuova scuola (a detta di loro una scuola temporanea ma necessaria, e ve ne era gia una). Il cartello del BENVENUTI IN CAMPEGGIO è stato trasformato in BENVENUTI ALLA SCUOLA. Neanche se tutti fossero BAMBINI o se fosse un monumento nazionale!!! Capisco l’orgoglio svedese, capisco che i bimbi sono importanti e che portano cassa per lo Stato dopo che quest’ultimo investe molto su di loro …. Ma le altre categorie cosa sono sceme ? Siamo tutti bambini….? Di proprieta di chi poi?

Ps. Mi viene in mente la nave Vasa, enorme e progettata per resistere ai mari tempestosi come simbolo di potenza svedese…. Scesa in mare due ore…. Affondata da sola perche troppo pesante (di sfarzo) e progettata male…. Tutto ciò è da meditare!

Arrivati al campo base

Dopo un po di peripezie di “navigazione” e di ricerca per ricaricare la bombola del gas del camper (fatto la ricarica bombola da GasolEsset a Ljungby per 250Kr) abbiamo modificato il programma…  Ora siamo nel nostro “campo base”. Tra qualche giorno entreremo in Norge dalla parte piu “vulnerabile”…. ossia dal nord della Svezia (dove possiamo già iniziare la quarantena nella zona “gialla” di Kiruna e dintorni).

Il mio campo base vuol dire Duved, casa! Ma in questo momento significa pure trampolino di lancio verso altro. Punto di riferimento e di ristoro verso altre mete.

E’ bello arrivare a casa Duved ma è bello viaggiare “con la casa camper!”

Sistemato in casa alcune cose superflue che stavano nel camper. Fatto la lavatrice, riposto le cose estive e riempito lo zaino di cose invernali da portare in camper. Guanti, pile, berretti, giacche per vento ed acqua…. Acqua che scende copiosa da due giorni. Solito autunno svedese umido. E’ tutto familiare come le passeggiate di Ugo felice. Una Duved cambiata, molti lavori in giro, con la nuova scuola operativa nel luogo che era di Camp Duved…..

 

 

VAI AL MIO CANALE YOUTUBE PER GUARDARE I VIDEO E LE FOTO!

 

 

 

 

 

Quarantena in Scandinavia !?

 

 

La Norvegia è chiusa agli accessi liberi praticamente da ogni direzione, solo la quarantena di 10gg garantisce la libera circolazione (esclusi casi particolari).

La Svezia? 🤔 🤣🤣🤣 Mascherine e Quarantene cosa sono? 🤔 😆😂😂😂😱

Da questa premessa nei prossimi giorni ripartiremo col camper Duke verso la Danimarca e la Svezia per provare ad entrare in Norvegia appunto col camper. La Danimarca non dovrebbe essere un problema visto che la attraverseremo senza fermarci. La Svezia neppure visto che ci abitiamo ed abbiamo la residenza e comunque non è prevista nessuna quarantena per chi proviene dalla UE! Una volta ai confini con la Norvegia dovremmo essere attenti ed astuti su quali mosse fare: dichiarare il motivo della nostra visita (lavoro e passaggio verso la nostra abitazione svedese), dove possiamo fare la quarantena fiduciaria. Cioè rimanere fermi dieci giorni in un locale prestabilito ed isolato dagli assembramenti umani. Interessante sarà sapere come si comporteranno e cosa ci diranno le autorità di controllo perchè noi siamo in camper, una casa viaggiante. Ho già individuato come punto fermo di quarantena la zona di Bergen (fattibile da raggiungere in giornata dopo aver calcato il confine norvegese), probabilmente un determinato camping o luogo da decidere. Bho vedremo che succederà! incrociamo le dita.

Intanto “non riusciamo” a salutare AZ e la Germania!! Sono passati 8 giorni dal nostro arrivo a Rathenow. Come descritto nel precedente blog ci siamo ambientati in questa carina città. Ieri abbiamo visitato anche Potsdam, incantevole città storica tedesca con un pizzico di Francia. Tantissime persone in festa (e mascherina obbligatoria dalle 10 alle 22 in centro!) per il 3-4 Ottobre che quest’anno scandisce il trentesimo anniversario della riunificazione della Germania!

A brevissimo nuove news… caspita abbiamo quasi finito acqua e gas in Duke!!! Il gas , ahimè, sarà un problema. Ricaricare la bombola? comprarne una nuova con attacco diverso da quello italiano? comprare gli adattatori? Ustia!!!

Quasi pronti, via!

Quasi pronti per partire. Tra mille pensieri, tentennamenti e preoccupazioni la cosa più giusta è PARTIRE! Non abbiamo la pistola puntata ma dobbiamo ascoltare il nostro volere, destino e karma diciamo. PARTIRE per provarci, per cambiare e rivivere.

Lasciare la famiglia con le tante difficoltà, l’Italia, il mondo “mediterraneo”, è sempre dura ancor di più quest’anno dopo due mesi di “italianizzazione”. Ci attende una bella sfida tra viaggio, incognite confini, quarantena e lavoro, vita …

Ugo è sistemato e pronto. Fatto riserva delle sue medicine e di crocchette. Non lo sò se lui possa stare meglio in Italia o in Scandinavia… non lo posso sapere ma sò che lui stà da dio dove stò io.

Il camper Duke è pronto, pulito e sistemato! Ercole ha fatto un ottimo lavoro. Il camper dovrà portarci in giro e farci dormire fino a quasi tutto Ottobre!!! Poi, dal primo di Novembre entrerà al rimessaggio coperto di Östersund fino a Maggio.

Io e la Mari dobbiamo sistemare le ultime faccende, cosa lasciare qui e cosa riportare su. Medicine e carte burocratiche comprese.

Il mio nuovo Drone è arrivato!!!! l’ho provato solo una volta (si fa per dire). Bici e drone andrannò in gavone!!!! (fatto pure la rima!!!!)

 

23.09.20, ore 22.34,  Il camper Duke è quasi pieno ed in carica 220 per il frigo. Domani mattina si parte!! E’ durissima … ma dobbiamo ritornare! Carichi di pensieri ma anche di speranze, attese ed incognite che mano a mano il viaggio dissolverà!!! Cosi è sempre stato e lo sarà anche questa volta!!! Oggi pomeriggio abbiamo fatto un’intervista via Skipe per un probabile lavoro in Norvegia e/o Svezia…. incrociamo le dita!!

 

SEGUITEMI PERCHE’ MI DARETE FORZA ED IO VI MOSTRERO’ COSE NUOVE!

 

24.09.20 Partiti! Salutato tutti piangendo. Tanto. E’ la prima volta che mi succede cosi… Forse perchè è morta mia zia da pochi giorni, perchè la vita è breve soprattutto per i miei famigliari, per la situazione di casa, per le mie decisioni e le mie incognite. Prima tappa vicino a Monaco. Il camper Duke fa sosta in un autogrill tedesco. Molte postazioni per il test COVID. Ugo avvilito ma stà benone. Un pò frastornato come tutti.

25.09.20 Giornata piovosa fino a sera. Arriviamo dal nostro amico AZ a Rathenow vicino a Brandenburgo e Berlino. Il camper Duke è parcheggiato vicino al palazzo dove abita AZ. E’ la sua nuova dimora, trampolino di lancio verso la “stabilizzazione” in Germania. Questa sera non siamo potuti salire nel suo appartamento perchè italiani… secondo la security siamo rischiosi di covid! Abbiamo litigato perche l’Italia non è paese a rischio secondo il governo tedesco al contrario dell’opinione della reception dello stabile. Dovremmo fare il test e la quarantena…. ? Niente. Abbiamo quindi cenato in camper assieme. Niente male!!! Bellissimo rivedersi.

26.09.20 Stamattina abbiamo ricevuto il lascia passare per entrare nell’appartamento di AZ. La Germania sembra abbia la regola che chi proviene dal Nord Italia deve fare test e quarantena … ma ci siamo accordati (possiamo entrare dalle 9 alle 22). Il buonsenso è la migliore cosa. Mari comunque arriva dal Salento e come si fà a imprimere regole sui viaggiatori seriali ???

Giornata piovosa ma Ugo è uscito lo stesso!! passeggiate intorno ai boschi e foreste davvero incredibili. Con lago sembra di stare in Svezia quasi. Giorno positivo con pranzo e cena offerto da AZ.

27.09.20 Notte umida e piovosa, ho acceso la Truma del camper !! Stamattina corsa di quasi un’ora con AZ tra i boschi. Primo pomeriggio con Ugo per il bel centro di Rathenow !!

“Il fagiano guarda i cigni speranzoso Che prima o poi volera’ come loro… In Un mondo di diversi tutti devono avere la possibilita di volare!!!

Ora mi trovo qui, per qualche giorno, sotto questa bella e significativa gigantesca pittura eseguita non a caso in questo palazzo dove abita AZ….”

Belle notizie

Ci sono belle notizie! Il mio amico AZ ha ricevuto una splendida notizia. La sua preoccupante attesa in Germania ora può trasformarsi in vita normale!!! Le impronte digitali svedesi (“le impronte di Dublino”) di AZ, ha dichiarato il suo avvocato, sono finite e può dirsi quindi un immigrato in cerca di regolarizzazione in Germania!!! Che bello!!  il mio aiuto non è stato invano e AZ può ora cambiare alloggio. Dopodomani infatti lascerà il campo immigrati di “Eise” per sistemarsi in un appartamento ad un’ora da Berlino! Sono davvero contento. Mi sono emozionato alla notizia. Quando partiremo per andare in Scandinavia ci fermeremo da lui per riabbracciarlo. Il primo ma alto step è stato superato. Per Az ci saranno altri step ora.

Oggi ho collaudato la mia vecchia bici rampichino dopo averla sistemata!!! Era da 15 anni che non la usavo. Una bici acquistata piu di trent’anni fa ma che fa il suo dovere anche oggi!!! Giretto di 15-20 km serale con passaggio nel Bosco di Dueville. La porterò con me in camper per usarla fin quando possibile in Svezia!!!!Fico!

Oggi in un lampo di decisione ho ordinato il mio primo DRONE!!! non ho speso 500 euro per il comune Mavic mini combo ma solo 150 per un Potensic T25. Non sarà come il primo ma io sono un principiante dronista e quindi va bene cosi. Si scala pian piano!! Da venerdi lo proverò!!! Poi, per la verità, ci sarebbe da cambiare la mia vecchia GoPro session con il modello Hero 8 black che è altro mondo perchè stabilizza e permette controlli totali e filmare come si deve!

ll camper Duke, dal 7 settembre, è in lavorazione da Ercole con consegna piu rapida possibile in vista della imminente partenza verso la Scandinavia! Sono in attesa di diagnosi e costi lavori. Incrociamo le dita!!

 

 

Le avventure ripartono per la Svezia e la Norvegia!!!! Noi e il camper siamo quasi pronti!!! Considerazioni, riflessioni e motivazioni sul viaggio, sulle avventure e sulla vita in generale!!

 

 

Dalla vendemmia alla montagna

Dopo il mega intervento alla bocca e una settimana di assoluto riposo con antibiotici, riprendo gradualmente a starnutire e tossire e a fare qualcosa di fisico. Ad esempio aiuto nella vendemmia di casa  …….

e, dopo il dovere, il piacere …. LA MONTAGNA…

 

day 1

Dopo la vendemmia arriva il piacere… appunto! ossia la Montagna e la libertà. Via col camper Duke allora!! Zona piu vicina è il Passo Rolle – Val Venegia con in testa alcune cime a me sconosciute. Per me, l’andare in montagna significa scoperta e diventare pioniere delle proprie conoscenze. La conoscenza è per se stessi. Forza! Venite con Luca per scoprire, da solitari, nuovi orizzonti a braccetto con la dea Montagna e per capire le cicatrici e i disturbi che noi esseri umani direttamente o indirettamente provochiamo…

 

day 2

Altra gita molto semplice, un anello della Val Venegia tra malga Venegia e Malga Venegiota passando per la cresta erbosa sovrastante la valle fino alla Cima della Venegiota a 2402 metri. Le avventure “paliane” si concludono così qui e vengono memorizzate per essere “trasportate” in Scandinavia!!!

E….

Dopo la vendemmia di casa si “torcia”, ossia si spreme l’uva per ricavare ancora vino. Ugo ed io spremiamo pure gli ultimi “giorni italiani” per l’imminente partenza scandinava.

 

« Articoli meno recenti

© 2020 Boreala Äventyr

Tema di Anders NorenSu ↑

Translate »