Il lavoro in Svezia

Lettera aperta al mondo del lavoro svedese coi suoi pregi e difetti ….

Sul lavoro in Svezia è Norvegia si e detto tutto o quasi, basta fare una ricerca on line sui pro e contro,  sulle mille esperienze diverse, sulle difficolta e gioie piu o meno uguali.  Condizione necessaria per rimanere all’estero è il lavoro (a meno che non si è paperoni o si è gia pensionati ma non ne vale la pena visto il carovita scandinavo) e tipologia e zona di residenza contribuiscono non poco a definire “la situazione del proprio impiego”.  Ora parlo della mia esperienza attuale lavorativa,  in territorio svedese,  comune di Åre,  in una compagnia di servizi agli hotel e turismo.  Tutto è partito da un work-meeting  ad Åre (e il successivo ingaggio) per la stagione invernale 2017-2018 perche volevamo provare il temibile inverno svedese e rimanere cosi più a lungo dopo l’esperienza gratificante di Workaway a Mattmar.  Dopo un contratto di 5 mesi (50%, 20 ore minime) e il prolungamento dello stesso fino a febbraio di quest’anno è diventato permanente ossia a tempo indeterminato al 75% ovvero minimo di trenta ore settimanali. In Svezia vi è la moda delle percentuali 50% 75% 85% 100% e cosi via. La paga minima va dai 12 euro poco piu all’ora per un contratto iniziale nella ristorazione e pulizie. E ora veniamo al dunque, caratteristiche del lavoro e sentiment? provo a riassumerli per punti…. punti Ok e punti Ko (secondo mia esperienza)

PUNTI OK

  • programmazione settimanale (Timeplan) abbastanza chiara e comunicazioni veloci con app cell
  • salario minimo soddisfacente (anche se vedi punto KO)
  • periodo di prova e di affiancamento iniziale abbastanza lungo e utile, formazione
  • gli svedesi si vantano di una comunicazione precisa ed organizzata per evitare discussioni da incomprensioni , tutti devono prendere visione on line e prendere atto del programma lavoro su app (anche se vedi punto KO)
  • riunioni e incontri chiarificatori con fika (caffè e ristoro …. pensavo fosse ehm)
  • lavoro svolto in autonomia e in maniera libera secondo comunque una scaletta std
  • precisione data pagamento salario
  • clima lavorativo per gli svedesi deve assolutamente non essere cattivo, senza razzismo e discriminazioni di ogni, perseguibili legalmente come pure il mobbing .
  • La questione èta per qualsiasi lavoro non è uno sbarramento, se sei capace, giovane o vecchio lavori!!!!
  • Uomini o donne non hanno differenze salariali (e salendo di qualifica men che meno) e nemmeno di orari e compiti
  • Mamme o papà entrambi stesso compito genitoriale e quindi maternità e paternità ugualmente importanti nel mondo del lavoro.
  • Benefit del dopolavoro con Piscine, Saune, idromassaggi e relax gratis!!! il nostro ambiente di lavoro!!!!

(…. lascio spazio si sa mai aggiungo….)

PUNTI KO

  • salario che non segue il carovita di un luogo di estremo turismo come Åre
  • lavoro a volte stressante , pressante, extra
  • velocita a scapito della qualità
  • scarsità di personale e conseguente scarsa attenzione e rispetto per esso!
  • Gestione del personale responsabile (diciamo il management) imbarazzante, si mettono persone alle prime armi a fare controllori di lavori mai eseguiti in prima persona, vedi persone che prima facevano formazione a una persona e poi questa ultima persona fare formazione alla prima, confusione . Ecco diciamo che non hanno una visione netta di chi ha competenze e chi no. Basta mettere una persona per fare quello e punto e stop! imbarazzante.
  • Mancanza di trasparenza su salario e sue voci
  • a volte in contraddizione con il punto ok, extra last minute per mancanza di personale!
  • orario di lavoro notturno (4-11) che alla lunga logora (ma trattiamo)
  • tasse (irpef per capirci) elevatissime che con il contributo comunale arrivano al 34% del mio ammontare stipendio annuo!!!
  • Non presente assicurazione sanitaria nel contratto lavoro, se la si vuole la si fa a parte.
  • Non mi sembra di vedere ne sentire che esistano sindacati o se esistono sono silenziosi latenti o silenziati
  • Mai lamentarsi e dire sempre bra … ma sotto sotto non è tutto perfetto.
  • Sorrisi e lamentele sono la stessa cosa per gli svedesi, osservazioni o lamentele sono gentili e non dirette alla persona, si comunica a livello alto-alto e non alto-basso.
  • Devo dirlo ed aggiungerlo, putroppo si, anche se la Svezia si vanta, ma sento odore di razzismo e mobbing sottile, soprattutto verso chi costretti a lavorare per non essere cacciati sono da anni in Svezia.

Questi sono alcuni punti positivi e negativi della mia esperienza lavorativa attuale, lascio spazi per aggiungerne in futuro. La cosa piu interessante però è che io analizzi il SENTIMENT lavorativo, quello che senti a pelle delle cose, degli umori e atteggiamenti latenti svedesi. Innanzitutto in Svezia c’è un forte  classismo che io avverto negli atteggiamenti e nei sorrisini innoqui ma che sotto sotto ti mettono in posizione up o down. Pero dipende dalle persone a volte trovi svedesi alla buona come li incontri per strada e trovi svedesi con la puzzetta…. ma va bene. Tutto mondo è paese. Sono molto rilassati, e svolgono il lavoro con certo disinteresse e distaccamento (sembra).  Rispetto all’Italia in Svezia ti fanno i complimenti ed è bello riceverne ci mancherebbe ma un complimento lo paghi delle volte con un favore che hai gia fatto o devi fare. Sono bravi a nascondere secondo me e a farsi gli affari propri anche nel mondo del lavoro. Gli svedesi a volte sono disorganizzati e disordinati prendendosi sempre all’ultimo minuto nel fare tutte le cose contemporaneamente…  in alcuni sento la supponenza di essere migliori o di fare le cose fatte bene in maniera schematica ma in realtà stanno facendo danni … che tu dovrai rimediare!! non c’è dubbio noi italiani siamo i primi!!

PS. proprio oggi ho avuto una aspro, gridato confronto tra me e i capi (nuovo ed ex) per delle cose gravi e mancanze di pagamenti extra e festività! sono calmo e buono ma quando …… insomma mi sono fatto sentire anche perche io posso al contrario di quei poveri ragazzi che stanno qui per non ritornare nelle guerre, difficoltà e terrorismo. Infatti se c’è trasparenza ed onesta nel lavoro tutti sono contenti e il lavoro  va bene!!! Mi faranno capo del sindacato svedese,  che non so se esiste,  o e silenzioso o è silenziato!!!

Continua in IL LAVORO IN SVEZIA 2

PS. IL sindacato per tutti I problemi sul lavoro esiste (restaurants and tourism)… Ecco il link! https://www.hrf.net/ 

 

PPS. pensiero della notte:

Sono stanco del lavoro, di questo solito lavoro che ci priva di tempo, di voglia di vivere, di serenità, di pace e di gioia, quella vera che provi quando sei libero veramente! SIAMO LIBERI VERAMENTE? DALLE COSE? CHE IL LAVORO INDIRETTAMENTE CI DICE DI COMPRARE? ….. morale devo trovare un modo alternativo di fare soldi …senza lavorare! o meglio come il mondo cieco e malandato crede che sia il lavoro. mangiare senza buttare via niente è un lavoro, fare la spesa programmando cosa mangiare e a quali dosi è un lavoro, usare le scarpe usate di anni e anni senza fare acquisti stupidi è un lavoro, scrivere la propria vita e i propri pensieri crudi può essere un lavoro, vivere appieno e comprarsi tempo libero è un lavoro e risparmio di medicine convenzionali, investire nei propri hobby può essere un lavoro, aiutare le persone e guidarle pure… NON E’ MAI TROPPO TARDI…MA BISOGNA COMINCIARE…A LAVORARE PER SE E NON PER FAR ARRICCHIRE SOLAMENTE GLI ALTRI!

3 commenti

  1. francesco

    ciao complimenti per articolo ma non esiste un contatto e-mail per contattarvi. Manca la sezione contatti.

    • lucasarduke450

      Ciao Francesco grazie! Per contatti puoi scrivere nei commenti-spazi, oppure su fb, instagram o youtube. Luca Sartori duke (fb)
      Ps. Perdonami ma se metto contatti… Arrivano spam ed intrusionI a mille. Gia ne arrivano abbastanza. Per questo Ho un antispam e prima di approvare analizzo I Messaggi singolarmente.

    • lucasarduke450

      Ho aggiunto contatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021

Tema di Anders NorenSu ↑

Translate »