Mese: Luglio 2019 (Pagina 1 di 2)

Immagini di fine Luglio con …

Siamo già agli sgoccioli di luglio, il caldo è quasi insopportabile sopra i trenta gradi ma c’è chi comunque si diverte lo stesso… Ugo e chiacchiere

 

Volevo scrivere una lettera aperta per una determinata cosa, ma ora sono arrabbiato per un’altra cosa e allora mi salta tutto!!!? ahaahah ridiamo dai perchè altrimenti si scoppia! Volevo scrivere una lettera aperta al Comune di Åre per la sua decisione di chiudere il campeggio di Duved, appunto Camp Duved. Una decisione secondo me sbagliata non solo perchè ci abito e ho interesse che il luogo viva ancora, ma anche perchè il turismo camperistico di zona ha un punto di riferimento in Duved.

Egr. Comune di Åre

Ho appreso ormai da molti mesi della Vostra decisione di vendere e chiudere definitivamente Camp Duved per far posto a lotizzazione imprecisata da parte del nuovo proprietario del terreno. Una decisione secondo me sbagliata e controproducente. Centinaia di camper che ogni anno passano dalla Norvegia alla Svezia trovano un punto di riferimento in camp Duved. Vedo coi miei occhi (abito purtroppo e perfortuna da quasi due anni in questo luogo) molta gente usufruire di questa struttura libera e verde a dimensione natura, famiglia, bimbi. Un ambiente in armonia con le montagne, la pesca, bici e lo sci. Ora il nuovo proprietario imporra la sua logica di bussines come Voi avete fatto precedentemente svendendo questo territorio in mano ai privati. Non mi interessa sapere chi sia questo privato, dico solo che questa decisione è secondo il mio piccolo punto di vista sbagliata e oltremodo non intelligente. Camp Åre è piccollissimo e sempre pieno, gli altri campeggi in zona non sono vicini ad Åre e anche loro sono piccoli o hanno altro target di visitatori. Come la mettiamo? vogliamo far passare la notte a tutti i camperisti per le vie di Åre? senza bagni pubblici, privacy, spazi adeguati? capisco che Åre Kommun vuole fare tantissimi soldi, costruire solo per l’elite dei visitatori, turisti che vanno solo negli appartamenti, negli hotel di lusso o meno, privilegiare chi spende di più ma questa non sarà mica una forma di razzismo con chi vuole vivere semplicemente e spendere poco?? Åre è una bellissima cittadina, con splendido ambiente, con tante case belle ma vuote, privati che comprano e vendono secondo logiche affariste, in mezzo a cio troviamo persone che tirano avanti la vita lavorando sodo, duro, per la vita di Åre. Dico che Åre non può costruire e fare tutto per i turisti … deve guardare ai propri residenti a volte dimenticati e sfruttati. Questo mi sento ora di dire. Sono italiano, abituato a criticare, ad analizzare ed a essere chiaro trasparente e schietto nel sistema marcio e maf….  italiano ma le cose vengono dette chiaramente al contrario purtroppo del sistema Svezia dove la paura, l’omerta e la voglia di fare avidamente soldi a  prescindere, a volte, nasconde tutto. Spero, ritornando al discorso Camp Duved che il buonsenso e il compromesso tra residenti e proprietari terrieri trovino luce per il benessere sociale ed individuale della persona umana!

Cordialmente Luca

 

PS. La prossima lettera aperta  sarà rivolta al mondo lavorativo di Åre e ai poveri lavoratori….

 

Jag ville skriva ett öppet brev för en viss sak, men nu är jag arg på något annat och sedan hoppar jag över allt !!! ahaahah vi skrattar för annars spricker det! Jag ville skriva ett öppet brev till Åre kommun för sitt beslut att stänga Camp Duved, Camp Duved. Ett beslut enligt min åsikt är fel, inte bara för att jag bor där och jag har ett intresse av att platsen fortfarande bor, utan också för att den lokala husbilturismen har en referenspunkt i Duved.

EGR. Åre kommun

Jag har lärt mig i flera månader om ditt beslut att sälja och stänga Camp Duved permanent för att ge plats för ospecificerat lotteri av den nya ägaren av marken. Ett beslut enligt min mening felaktigt och kontraproduktivt. Hundratals campare som passerar från Norge till Sverige varje år hittar ett landmärke i Camp Duved. Jag ser med egna ögon (tyvärr har jag bott på denna plats i nästan två år) många människor utnyttjar denna gratis och gröna anläggning i natur, familj och barn. En miljö i harmoni med bergen, fiske, cykling och skidåkning. Nu inför den nya ägaren sin affärslogik som du gjorde tidigare genom att sälja detta territorium i privata händer. Jag bryr mig inte att veta vem denna privatperson är, jag säger bara att detta beslut i min lilla synvinkel är felaktigt och extremt inte intelligent. Lägret Åre är mycket litet och alltid fullt, de andra campingplatserna i området ligger inte nära Åre och de är också små eller har ett annat mål för besökare. Hur säger vi det? vill vi att alla campare ska tillbringa natten på Åres gator? utan allmänna toaletter, integritet, tillräckliga utrymmen? Jag förstår att Åre Kommun vill tjäna mycket pengar, bygga bara för eliten av besökare, turister som bara går till lägenheterna, lyxhotell eller inte, för att gynna dem som spenderar mer, men detta kommer inte att vara en form av rasism med dem som vill bo helt enkelt och spendera lite ?? Åre är en vacker stad, med vackra omgivningar, med många vackra men tomma hus, privatpersoner som köper och säljer enligt affärslogik, mitt i detta hittar vi människor som fortsätter med sitt liv som arbetar hårt, hårt för Åres liv. Jag säger att Åre inte kan bygga och göra allt för turister … det måste se till dess invånare som ibland glömts och utnyttjas. Jag känner för att säga detta nu. Jag är italiensk, van vid att kritisera, analysera och att vara tydlig transparent och uppriktig i det ruttna och maf …. Italienska systemet men saker sägs tydligt tvärtom tyvärr för det svenska systemet där rädslan, omerta och önskan att göra giriga pengar oavsett, ibland, döljer allt. Jag hoppas, när jag återvänder till Camp Duved-talet, att den sunda förnuft och kompromiss mellan invånare och markägare finner ljus för människans sociala och individuella välbefinnande!

Med vänlig hälsning, Luca

PS. Nästa öppna brev kommer att riktas till Åres arbetsvärld och de fattiga arbetarna …

 

Partire per l’estero

Quando si emigra in un paese estero si sà cosa si lascia ma non si sa cosa si trova. Partire arrabbiati ma con una mente aperta a tutto è doveroso. Disperati, senza lavoro, arrabbiati per tutto, mille difficoltà italiane. La voglia di partire è tanta! come la voglia di rivalsa e liberta! Quando capire che è il momento di partire e lasciare tutto è molto soggettivo. Dipende dalla propria famiglia, da tanti fattori ma devi sapere che il momento piu difficile è questo, quando si decide di spiccare il volo. E’ il tuo cuore che dirà al corpo stressato, quando devi andare.  Dalla mia esperienza i preparativi creeranno ulteriore stress ma questo scomparirà appena partito. Appena partito, che sia in aereo, in auto, in camper il viaggio, la guida o il volo saranno la tua medicina. I preparativi dovranno essere curati nei minimi particolari, cash soldi, conti e carte, passaporti e tessere sanitarie, documenti e altro.., per noi e per gli animali domestici a carico.

Il cuore avrà scelto il luogo ideale che avete in testa. Io assieme ai miei compagni di viaggio abbiamo scelto la Scandinavia e piu precisamente la Svezia per una esperienza di volontariato di sei mesi e poi per una esperienza lavorativa che tutt’ora continua in un hotel ad Åre. Åre dovete sapere che cerca moltissimo lavoro stagionale nel campo turismo e ristorazione ed edilizia.  Partire per un determinato luogo implica una  preanalisi dei possibili impieghi se non siamo stati fortunati ad essere stati ingaggiati prima direttamente dall’Italia, cosa difficile. La cosa migliore secondo il mio punto di vista è partire senza troppi ma e senza troppi dubbi, con il piacere di essere cavie di se stessi e pensando di vivere giorno per giorno accogliendo tutto e tutti per la nostra strada e viaggio . Avventure. Quello che abbiamo fatto noi è di entrare in punta di piedi facendo volontariato ed aiutando direttamente le famiglie, con vitto ed alloggio (e forse una piccola paga) in cambio del nostro lavoro. Dopo un po’ , dopo aver capito dove siamo ed aver conosciuto un po di persone del luogo, ci informeremo su come trovare lavoro magari partecipando a work meeting (come abbiamo fatto noi). Le lingue inglese e locale sono fondamentali. Un livello minimo, per capirsi.

Appoggiandosi a siti di prestalavoro volontariato come Workaway o altri simili si può raggiungere qualsiasi luogo della Terra o quasi. Lo puo fare un giovane o meno giovane, ma dipende dalla famiglia e cosa esigono.

Partire per l’estero che sia per studio, per formazione o per lavoro è un’avventura talmente bella e formativa appunto che vale la pena vivere … Si può partire e non tornare, si può partire e rimanere via pochi mesi, noi siamo via dall’Italia da due anni solamente ma, qualche puntatina al Belpaese la abbiamo fatta visto che ci sono affetti e proprietà ancora in Italy. Non si parte per l’estero cercando di cambiare noi stessi o come se fossse un pretesto per cambiarci perche non ci piacciamo cosi!! l’estero può solo che migliorarti un pò ma tu rimani cosi come sei coi pregi e difetti che avevi quando eri in Italia. Partire per l’estero non diventi automaticamente un “cervello in fuga” e non diventi il piu bravo!! è solo una questione di cuore e di libertà personale. Un desiderio di cambiamento e di opportunita nuove e nuove visioni e realtà. Italiano sei e italiano rimani. Forse i tuoi figli che nasceranno all’estero saranno di un’altra bandiera. Ma finche tu sarai … ritornerai ….

 

Ps. Ritornando a noi, oggi relax assoluto con camminata Ugo e poi cazzeggio casalingo e pensieri su cosa fare di questo sito, mi deve pur fruttare qualcosa!!! per hobby va benissimo ma è il momento di pensare a lavorare di meno e diversamente!!! . Fuori le temperature sono diminuite e c’è forte vento! insomma, si stà meglio!! Domani smuovo il camperino Duke per Vålådalen.

Varma dagar! Caldi giorni!

Buonaserata a tutti, caldissimi giorni svedesi mi stanno letteralmente capottando! Praticamente è la prima estate piena che passiamo qui! Una settimana di massime di trenta gradi e oltre. Ugo boccheggia e pensa che ci sono cagnolini che stanno peggio di lui…  Ora lo porto al lago.

Esattamente due anni fa arrivavamo nella famiglia di Mattmar per fare workaway… 26 luglio 2017… Sembra siano passati decenni e invece solo due anni. Due anni intensi di felicità, gioie, preoccupazioni, dolori e speranze. Avventure.

God kväll till alla, väldigt heta svenska dagar vänder mig bokstavligen! Det är praktiskt taget den första hela sommaren vi tillbringar här! En vecka på högst 30 år. Ugo gisper och tror att det finns hundar som är värre än honom … Nu tar jag honom till sjön. För exakt två år sedan anlände vi till Mattmars familj för att gå volontär för träning … 26 juli 2017 … Det verkar ha varit decennier och istället bara två år. Två intensiva år av lycka, glädje, oro, smärta och hopp. Adventures.

alcuni video di due anni fa

 

SveriNorge

Ciao a tutti sono in attesa che il pc si sblocchi!! Anche lui sente il caldo di questi giorni di piena estate scandinava. Ehh stiamo sui trenta gradi!!!  Famiglie intere a mangiare fuori nelle terrazzine, bici e bimbi ovunque, Ugo in calore pure lui… Per qualche sua amichetta paesana…

Oggi ripreso il lavoro dopo due giorni free dedicati a Östersund via battello e Stjørdal Hommelvik in Trøndelag Norvegia. Paesaggi diversi. Ecco sotto il video mentre ci sono un po di news fronte lavoro e casa. Non svelo nulla. Ugo non dire niente top-secret!!! 😁

Dalla Svezia alla Norvegia i paesaggi cambiano eccome, ma regna sempre l’acqua!!! Due giorni free per prendere il battello per Östersund dalla strada 321 (boat free!!!) e viaggio in camper il giorno seguente fino a Hommelvik Stjordal in Norvegia. Relax e scacciapensieri!

Questione casa

Buonasera a tutti!!! Appena alzato ho fotografato il sole delle 19:15 con Ugo, dal lago e dal Camp Duved:

 

Oggi lavorato ben 9 ore tra piscine gym ed appartamenti. Stanchi, domani ultimo giorno lavorativo, poi,  due di riposo! E prenderò il camper Duke per un tour in Norvegia!! Isola di Leka ??

Volevo parlarvi e spiegarvi come si fa e quali difficoltà si incontrano (e che stiamo incontrando) per trovare casa qui in Svezia, in un paese altamente turistico che è Åre-Duved.

Da Dicembre 2017 abitiamo a Camp Duved, prima in una stanza e ora in due casette distinte. Ci siamo appoggiati cosi perchè per il momento non ci sono valide alternative e possibilità. Abbiamo un contratto di lavoro permanente, la Id-Kort svedese ma sembra che trovare casa o un alloggio in Svezia sia particolarmente difficile. Nonostante paghiamo le tasse (34%) ed abbiamo un contratto a tempo intedeterminato incontriamo delle difficoltà. Ci siamo rivolti al comune (Åre kommun) ma non abbiamo avuto risposte immediate. Si pagano i 30 euri per entrare nelle loro liste di case comunali a disposizione ma poi la coda è lunghissima e non sempre riesci ad avere casa dove desideri tu. Per fortuna che c’è Camp Duved e che ora sposterà nuove casette in una zona vicina a Duved dove potremmo sistemarci per il futuro. Quindi non siamo proprio con l’acqua alla gola ma comunque ci stiamo interessando per una casa.

La nostra banca (ma ci informeremo su altre) per un eventuale finanziamento di acquisto-casa, pretende un cash iniziale del 15% del valore della casa e quindi max 85% di mutuo. Al momento dovremmo lavorare sodo diciamo… Ma magari altre banche hanno condizioni differenti.

Si guardano ogni tanto gli annunci delle varie agenzie e su internet, blocket.se. Sono andato a visitare personalmente un paio di case con l’agente. La banca fa tutto si sa! Gli agenti aspettano la dichiarazione della tua banca, che ti indica l’ok per la somma finanziata.  I prezzi di Åre e Duved centro sono alle stelle! Ma appena fuori scendono.

Trovare casa qui ad Åre e Duved è una impresa, eppure sei lavoratore, risiedi qui! eppure fai fatica a trovare affitti e acquistare casa se non hai un certo livello di cash. Giro con Ugo per Duved e per Åre, si vedono tantissime case, casette, appartamenti, tutti vuoti! sono seconde case di chi abita a Stoccolma o a Trondheim in Norvegia o di chi fa bussines milionario. Già, logiche di pazzi affari milionari a scapito dei residenti che vogliono vivere una vita serena e di verde (la vicenda Camp Duved è un esempio!) Fa rabbia  perche tu lavori per un paese (e un comune che ti preleva dal salario tanto) che ti chiude tutte le case. Preferiscono affittare a 2000 euro alla settimana per soli tre mesi all’anno che darle a un residente a 500 euro al mese per tutto l’anno. Ma sono discorsi risaputi. Alla Asiago e via…. Niente di polemica. Facciamo i nostri passi e sicuramente le cose e le case si sistemeranno :-))

 

 

Idag +24° !

Buongiorno a tutti!!! Oggi siamo a piu 24! …A dopo! Vado a nanna!😉

Hej alla !!! Idag är vi på mer än 24! … Se dig senare! Jag går och lägger mig!

Sequenza di video of Åre lake, dalle 4 alle 6 di mattina. Secondi rubati al lavoro… Il risveglio di Åre nel giorno forse piu caldo !

Men slappna av!

Ma stai in relax!!! Luca! no problem for work, for car, for life…? eh magari! Oggi mi sono svegliato tardi e, dopo aver portato fuori Ugo, volevo andare in auto fino a Kalsedett passando per Järpen. Ma la macchina aveva un brutto rumore ed odore di bruciato e ho rinunciato.  Stasera è uscito l’amico di Aziz, meccanico, e ha constatato che si deve cambiare qualcosa sulla frizione. Amen si fa! ormai abbiamo cambiato tutto o quasi!!!

Domani si riprende la settimana lavorativa ad Åre, tra nuovi orari da concordare e chiarimenti lavorativi. Siamo cosi preziosi che litigano per averci tutti!!?

Adesso (ore 21) mentre scrivo, è delizioso il sole che entra dalle finestre e riscalda la casa! Il campeggio è un via e vai di camper, caravan e di molte persone norvegesi che non comprendono come mai questo luogo verrà abbandonato dalla amministrazione comunale in mano a privati…….già…… si vedrà!!

Ugo chi vive meglio di te ?????  —VIDEO 261

 

Men slappna av !!! Luca! inga problem för arbete, för bil, för livet …? eh kanske! Idag vaknade jag sent och efter att ha tagit Ugo ville jag köra till Kalsedett via Järpen. Men bilen hade dåligt ljud och bränd lukt och jag gav upp. I kväll kom Azizs kompis, en mekaniker, ut och fann att något måste ändras i kopplingen. Amen gör det! nu har vi ändrat allt eller nästan !!!

I morgon återupptar vi arbetsveckan i Åre, med nya scheman som ska avtalas och arbetsförklaringar. Vi är så dyra att de kämpar för oss alla !!?

Nu (klockan 21) när jag skriver är solen som kommer in genom fönstren och värmer huset ljuvligt! Camping är en go and go för campare, husvagnar och många norska som inte förstår varför denna plats kommer att överges av den kommunala administrationen i privata händer ……. redan …… vi kommer att se !!

Ugo som lever bättre än dig ????? –VIDEO 261 –

Linguine al pesto verde

Buonaserata e cena a tutti! Mi sono fatto una pentola di linguine al pesto…. Quello gia fatto ovvio, quello verde. Un bicchiere di vino rosso di casa Veneto (finita la bottiglia di 2l….😔).  Fuori ha smesso di pioggerellare alla cxxxo e Ugo dopo pasta e carne sta tranquillo sul divano dopo il giro a Verdal in Norvegia di oggi per smuovere camper e menti dallo stress lavorativo. VIDEO 261

ordine è di casa … omg!

riposino per tutti…Me Ugo Duke….la Mari di là…

« Articoli meno recenti

© 2020 Boreala Äventyr

Tema di Anders NorenSu ↑

Translate »